normative - CLIMATECNICA RAVENNA

Vai ai contenuti

Menu principale:

normative

Nuovi libretti di impianto


DAL 14/10/2014 OBBLIGO DEL " LIBRETTO IMPIANTO TERMICO " PER TUTTI GLI IMPIANTI DI CLIMATIZZAZIONE ANCHE PER I MONO SPLIT

 Regione Emilia Romagna
   DPR 74/2013 delibera 1578/2014 Climatizzatori e impianti termici: nuove Regole per utilizzo e controlli


Ogni impianto di climatizzazione (split inclusi) deve essere installato da un'Azienda Certificata F-gas (è possibile consultare l’elenco degli Installatori e delle Imprese certificate secondo la Normativa F-Gas sul sito pubblico http://www.fgas.it e, a partire dal 01/06/2014, indipendentemente dal fatto che sia una nuova installazione o un impianto già esistente da tempo, dovrà essere dotato di un Libretto di Impianto Termico (similare al libretto di impianto già da molti anni in vigore per le caldaie) che può essere rilasciato da un Installatore Certificato. Inoltre, se la potenza nominale dell’impianto è maggiore di 12 kW è obbligatorio anche sottoporre lo stesso agli opportuni controlli periodici, accertandosi che, nel tempo, i consumi non siano cresciuti troppo rispetto all'iniziale rendimento.
Viene inoltre fissato in 26°C (con tolleranza fino a 24°C) il limite della temperatura media per tutti gli edifici durante il funzionamento estivo dei climatizzatori d'aria. Per la climatizzazione invernale è confermato il limite di 18°C (con tolleranza fino a 20°C)  per gli edifici adibiti ad attività industriali e artigianali, e di 20°C (con tolleranza fino a 22°C) per tutti gli altri edifici.
Queste le principali novità introdotte con il D.M. 10 febbraio 2014  e, ancor prima, con il Dpr 74/2013, in vigore dal 12 giugno 2013.
Per la periodicità dei controlli di legge, il riferimento e' il Dpr 74/2013.

ATTENZIONE!: il "Registro dell'apparecchiatura (F-gas)" ed il "libretto di impianto termico (ex DPR 74/2013)" non si sostituiscono uno all'altro, quindi per impianti sopra i 10-12 kW contenenti più di 3 kg di F-gas, entrambi sono necessari.


Per quali impianti è previsto il nuovo libretto?


Il libretto è richiesto per gli impianti termici di riscaldamento e apparecchi di qualsiasi genere e fonte (stufe a pellets, termocamini, cogenerazione ecc, di potenza pari o superiore a 5 KW, di climatizzazione estiva (senza limiti di potenza) e di produzione di acqua calda sanitaria, esclusi gli scaldaacqua. La novità consiste nel fatto che, a impianti distinti corrispondano libretti distinti.
Il libretto deve sempre essere presente per tutti gli impianti termici. I controlli di efficienza energetica scattano invece quando si superano i seguenti limiti di potenza utile nominale: 10 kW per impianti di climatizzazione invernale e 12 kW per impianti di climatizzazione estiva. A loro volta, le verifiche scattano ogni qualvolta si intervenga sull'impianto modificandone l'efficienza o per disposizione di legge, con una tempistica diversa a seconda della tipologia e potenza dell'impianto (Dpr 74/2013).
Ad esempio, per le caldaie a gas o metano normalmente installate in una singola unità immobiliare si interviene ogni quattro anni, mentre si scende a due per gli impianti condominiali superiori ai 100 kW, salvo diverse indicazioni regionali. Per gli impianti esistenti al 1 giugno 2014 i Libretti di centrale e i Libretti di impianto compilati in precedenza dovranno essere allegati al nuovo Libretto per la climatizzazione.
Regione Emilia-Romagna
, viene istituito il nuovo catasto degli impianti termici (CRITER) e sara' prevista la targatura di tutti gli impianti termici.
La responsabilita' degli impianti e della loro manutenzione è esclusivamente del conduttore dell' impianto (generalmente il propretario) almeno che non venga delegata una terza persona in forma scritta.


Nuova regolamentazione acquisto climatizzatori presso centri commerciali, supermercati e grande distribuzione!



Per la vendita di un climatizzatore da parte di un distributore ad un privato cittadino è necessario che l’acquirente dimostri l’installazione da parte di un’impresa certificata.
Con l’entrata in vigore del Regolamento (CE) n. 517/2014, a partire dal 1° gennaio 2015, per la vendita di un climatizzatore non ermeticamente sigillato, contenente gas fluorurati ad effetto serra è necessario far compilare al cliente, se è un installatore, la dichiarazione di acquisto F-Gas e chiedere copia della certificazione da annotare nel registro e se il cliente è un privato bisogna che dimostri che l’installazione verrà eseguita da persona certificata facente riferimento ad una impresa certificata. Pertanto il cittadino che acquista un condizionatore presso centri commerciali, supermercati, grandi distribuzioni deve sottoscrivere un'autodichiarazione (allegando copia della propria carta d'identità) in cui dimostra che l'installazione verrà eseguita da una ditta certificata.

In caso di installazione da parte di imprese non certificate, i centri assistenza autorizzati possono NON effettuare riparazioni con la conseguente perdita della garanzia.



Sanzioni


Usufruire di imprese e di personale non certificato per attività di installazione, manutenzione e riparazione di impianti di condizionamento, refrigerazione, pompe di calore ed antincendio contenenti gas fluorurati:

Da 10.000  a  100.000 euro


Utilizzo di persone non certificate nell’attività di recupero di gas dalle apparecchiature di refrigerazione, condizionamento, pompe di calore ed antincendio durante la loro manutenzione e riparazione:  

Da 10.000  a  100.000 euro


 
Torna ai contenuti | Torna al menu